Numero 17

Editoriale
I (don’t) like. Why?, ovvero del pulsante assenteI (don’t) like. Why?, ovvero del pulsante assenteFrancesca Pacini  Nell’era dei like stiamo perdendo il senso della riflessione. La parola non è solo parola, appunto, ma è segno e sintomo del contenuto che esprime, collegato a sua volta a noi stessi, agli altri, alla società. E questa società, questa cultura, se da un lato con l’uso dei social ha amplificato la diffusione della parola scritta, dall’altro lato ha amputato ciò di cui la parola è estensione: la capacità di riflettere, di esercitare una critica costruttiva meditata (e non mediata). L’impatto globale dei social aumenta “il consumo”della scrittura, però allo stesso tempo esige una fruizione veloce, simbolicamente rappresentata...Leggi tutto >>
In questo numero:
Letteratura
Rainer Maria Rilke e Marina Cvetaeva, lepistolarioRainer Maria Rilke e Marina Cvetaeva, l'epistolarioLorenzo Giacinto  La testimonianza di un’appassionata storia sentimentale vissuta con indimenticabile poesia tra due grandi poeti Chi non ha mai avvertito, custodendo...Leggi tutto >>
 
Letteratura
Do not disturb, pleaseDo not disturb, pleaseTeresa Merone“Capiscimi. - dice Bukowski - Non sono come un mondo ordinario. Ho la mia pazzia, vivo in un'altra dimensione e...Leggi tutto >>
Il giusto giudiceIl giusto giudiceAlberto PicciniE' il 1971 e non tutto va bene. L'Italia è logora: in un decennio ha trangugiato, digerito ed espulso il...Leggi tutto >>
 
Photoshop o Dorian Gray?Photoshop o Dorian Gray?Francesca PaciniCi scandalizziamo per i fotoritocchi al computer. Bene. Il loro uso è quasi selvaggio, tanto che i grafici si specializzano nelle...Leggi tutto >>
Letteratura
La rivoluzione privata dell’Amica genialeLa rivoluzione privata dell’Amica genialeValentina Masotti  È un romanzo che non ha bisogno di molte presentazioni, L’amica geniale di Elena Ferrante. Il suo grande...Leggi tutto >>
 
Scrivere
Quattro sassiQuattro sassiEster Maria Schmitt  Ho tre sorelle. La più grande di noi ci ha insegnato a essere forti come rocce un’estate in cui il...Leggi tutto >>
Se una notte d'inverno... un recensore
La felicità delle piccole coseLa felicità delle piccole coseEleonora MammanaCaroline Vermalle Universale Economica Feltrinelli, 2015 “"Le persone non credono più alla loro buona stella, ed è un peccato. Si...Leggi tutto >>
 
Se una notte d'inverno... un recensore
Sul tetto del mondoSul tetto del mondoIrene Trevisan  Fino a che punto è disposto a spingersi un uomo assetato di avventura, adrenalina, desiderio di superare i propri limiti?...Leggi tutto >>
Habeas Corpus di Pasquale Vitagliano: personale e universaleHabeas Corpus di Pasquale Vitagliano: personale e universaleAnna BertiniCi vorrebbe una notteche rendesse sontuose le rovinee ragionevoli le disperazioni(da La brutta notte) In questi...Leggi tutto >>
 
Il sogno diventa realtàIl sogno diventa realtàMarina Ristè  Fra le immagini sfocate che si susseguivano una dopo l’altra mescolandosi fra loro, vidi apparire un viso che...Leggi tutto >>
The english corner
Sleep, Dream and other SerendipitiesSleep, Dream and other SerendipitiesBeatrice FabbriI have always liked to take naps during the day. I feel extremely sleepy but I am also present-focused....Leggi tutto >>

Visioni: numero 9

Paola Bressan

Illustrazione di  Luigia Bressan

Pittrice ed esperta nell’Arte della Cartapesta

facebook email

Visioni: numero 8

Elda Cingolani

Illustrazione di Elda Cingolani | Tumblr

Visioni: numero 4

michela boccalini

La stanza di Dostoevskij

Illustrazione di Michela Boccalini

Odysseas Elytis Το μονογραμμα του Ελυτη

I nostri redattori e collaboratori:

Marina Brunetti nasce a Spoleto e ivi fa ritorno quando può, quando la nostalgia morde la corda dei giorni,...Read more >>
Sono nata a Pescara l’8 febbraio 1964, ho frequentato l’Università di Lettere con indirizzo storico-artistico,...Read more >>
Nata a Milano, dopo gli studi universitari ha deciso di dedicarsi all'attività giornalistica occupandosi...Read more >>
View all authors

Se questo è un uomo - Primo Levi

Pasolini,Sabaudia e la "civilta' dei consumi"...

Seguici su Facebook

The Magic of Line